lunedì 9 ottobre 2017

LE TRIBÙ BARBARE

Le terre del nord sono sempre stato un mistero per gli abitanti dell’impero, compresi i loro abitanti. Nel periodo in cui Evansburg cominciò la sua conquista, il futuro imperatore si ritrovò a combattere contro i villaggi di questo popolo che aveva cominciato a stabilirsi anche in quelle terre. Non è ben chiaro quando il termine “Barbaro” entrò nel linguaggio comune, ma molti ritengono che si possa far risalire anche a quel periodo... [Da "L'Impero di Luce", Appendice]

Nell'immaginario imperiale le terre del nord sono sempre state una terra selvaggia, rimasta nell'era in cui le bestie erano capaci di cacciare l'uomo, in cui l'uomo stesso non era ancora stato capace di imporsi sulla natura. In tale visione, i suoi abitanti, fin dai primi contatti tra bavarieni e barbari, sono sempre stati visti come i classici rozzi e incivili, che gravitano vicino ai confini dell'Impero con l'unico intento di razziare e uccidere.
Dal punto di vista dei Barbari stessi, gli imperiali sono sempre stati disprezzati per quel loro sentirsi superiori e temuti per l'ampio uso della "stregoneria". È indubbio, infatti, che questo popolo sia molto superstizioso e consideri la magia come il segno della decadenza che "quelli del sud" stavano subendo, o che comunque avrebbero presto subito.
A causa di tutto ciò, e delle continue invasioni dovute alle migrazioni di tribù che cercavano un luogo sicuro in cui stabilirsi, i rapporti con l'Impero sono sempre stati roventi. Inoltre, sia gli imperiali che i barbari hanno compiuto una grande campagna, tuttavia sembra che il momento della rivalsa per questi "selvaggi del nord" stia per giungere... 





Nel primo volume, i personaggi legati a questo popolo saranno limitati e verrà decantato molto spesso la sua potenzialità bellica. Nel secondo volume, invece, si andrà più a fondo, scoprendo come la cultura barbara, e in generale molte cose che li riguardano, siano più particolari e caratteristici di quanto si pensi.
Per qualunque dubbio, domanda o confronto potete lasciare un commento sulla Pagina Facebook Gli Annali della Caduta oppure direttamente qui sul blog.
A presto e stay tuned 😁.