lunedì 6 novembre 2017

L'ECONOMIA IMPERIALE

La società dell’Impero, così come la sua ricchezza e la sua economia, si basa sull’agricoltura. Grande parte della popolazione dell’Impero abita, infatti, nelle campagne, tuttavia ci sono delle differenze a seconda della Satrapia. [...] Dopo diversi secoli dalla sua nascita, l’Impero è riuscito a raggiungere anche un certo grado di sviluppo nei commerci marittimi e terrestri. [Da "L'Impero di Luce", Appendice]

Fin dai suoi albori, l'Impero ha sempre mantenuto un forte attaccamento alla terra e ai suoi frutti. L'agricoltura e l'allevamento, per quanto molto diversificati da Satrapia a Satrapia e da regione a regione, nell'Impero, furono sempre la base di sostentamento per la grigia masse informe del popolo e una fonte di guadagno per l'aristocrazia. L'aumentare della popolazione cittadina, mai fermatasi, nemmeno in tempi di crisi, non ha mai cambiato questo semplice stato di cose e le campagne sono sempre rimaste abitate da moltitudini di contadini, da latifondisti e dai loro servi. Naturalmente, nella società imperiale, il concetto stesso di proprietà privata è inesistente; tutti i possedimenti, da quelli nobiliari a quelli di povere famiglie di basso ceto, sono ceduti dall'Imperatore, unico reale possessore di tutte le terre imperiali.
Lo sviluppo del commercio, pratica che nel Regno di Bavarie era ampiamente disprezzata, avvenne con il tempo e comportò la nascita di una consistente e ricca classe di commercianti e mercanti solo in alcune Satrapie.
Grossa differenza, inoltre, permane tra commercio terrestre e marittimo: il primo, ormai, è consolidato, in forme diverse, in tutto l'Impero, e ha creato una vitalità e uno scambio proficuo non solo tra la popolazione imperiale ma anche con paesi stranieri; il secondo è cresciuto solo in determinate regioni, dato che è molto più rischioso e molto più costoso, ed è stato a lungo limitato dalla scarsa propensione dei vertici imperiali a potenziare la flotta e a migliorare le tecnologie in campo navale.
Il sorgere di potenti e ricchissime famiglie di mercanti, per di più, portò a un conflitto non marginale tra queste e l'aristocrazia imperiale, provocando tragedie e non pochi morti. Per quanto la nobiltà abbia cercato di trincerarsi dietro il loro prestigio, la ricchezza di queste famiglie ha portato grossi sconvolgimenti nel nobile panorama imperiale.


Ovviamente ci sarebbe molto altro da approfondire, quindi, proprio per questo, riguardo singoli aspetti dei popoli e dei regni di Ethusa, vi saranno dei post appositi. Con l'introduzione dell'economia imperiale vi sarà nei prossimi post un'approfondimento sulle caratteristiche di ogni singola Satrapia.
Per qualunque dubbio, domanda o confronto potete lasciare un commento sulla Pagina Facebook Gli Annali della Caduta oppure direttamente qui sul blog.
A presto e stay tuned 😁.