venerdì 16 febbraio 2018

Telman

È il padre di Amer. [...] È un uomo crudele e senza scrupoli e come il Grande Matter vuole vendicarsi... [Appendice, L'Impero di Luce]

Uno dei più stretti collaboratori del Grande Matter e, insieme al Mago Nero, risulterà essere un'antagonista di grande tenacia, dalla determinazione incrollabile, certo e sicuro del proprio compito e della giustezza delle proprie azioni. Ciò che davvero sconvolge e sconvolgerà di questo personaggio sarà, almeno spero, la sua tempra. Telman sarà risoluto, conoscerà solo in rarissime occasioni il dubbio. È un personaggio avvolto dalla tragedia, che, consumato dall'odio, vi si avvolge e se ne fa scudo e motivazione. Il suo legame con il Grande Matter è particolare e più intimo rispetto ad altri alleati del Nemico, ma sarà la sua posizione tra i Nomadi e la sua relazioni con questo popolo del deserto a essere più interessante.
Date le sue abilità combattive e magiche, è certo che il suo destino sarà interamente nelle sue mani...

Nascita: 15° giorno del mese di Eltiere.
Età: 44.
Altezza: 1.73
Provenienza: ???, Satrapia del Deserto, Impero.
Aspetto: cupi occhi neri e sguardo gelido, capigliatura rossastra e fisico robusto e prestante.
Appartenenza: Famiglia Salafas (Quattro Famiglie Protettrici).
Citazione: "«Padre, io... come posso dire... all’Accademia... avevo preso la decisione di diventare un Guaritore...» [...]

«A quanto pare hai scelto la via più difficile, figlio mio.»
 
«La via più difficile...?» sussurrò Amer, sbalordito da quelle parole.

«Essere un guerriero è semplice, Amer. Combatti una battaglia e poi la battaglia successiva e poi la seguente ancora. Uccidere è una cosa così semplice, figlio mio, tanto semplice da poter essere fatto anche da un infante. Tu, invece, hai scelto di salvare le persone, di proteggerle davanti a nemici invisibili e a poteri che trascendono il mondo umano.[...]»" [XXII - Ossessione Sinistra]


Sinceramente, quando rifletto e ripenso su quanto ha vissuto e vivrà questo personaggio provo un po' di tristezza. Telman non ha avuto una vita facile e non l'avrà nemmeno in futuro. Se la tragedia diventa una spirale senza volontà di ritorno, allora non vi può essere altro che l'abisso ad attendere.
Per qualunque dubbio, domanda o confronto potete lasciare un commento sulla Pagina Facebook Gli Annali della Caduta oppure direttamente qui sul blog.
A presto e stay tuned 😁.